Gioco della Fiat 500 L

Gioco della Fiat 500 L
Tratto da Il corriere dei Piccoli nº 52 del 29 dicembre 1968.

2

cdp_19681229_52_27

Il “Corriere dei Piccoli” divenne subito una lettura di riferimento per diverse generazioni di bambini e ragazzi italiani. Quando nacque, le storie per bambini riflettevano l’impronta pedagogica dell’epoca, patriottica e risorgimentale.
Come tutte le riviste per l’infanzia europee del primo Novecento le storie non avevano quasi mai i “fumetti” o “nuvolette” (in inglese: balloon), giudicati scovenienti e diseducativi. Si pubblicavano, infatti, in prevalenza racconti, poesie, brevi copioni teatrali. Tuttavia, ciò per cui il Corriere dei Piccoli, come le analoghe riviste straniere, è rimasto famoso è la prima pagina, invaribilmente dedicata ad una storia di una sola tavola a colori, quasi sempre suddivisa in quattro strisce di due vignette ciascuna. Generalmente vi erano due distici sotto ogni vignetta; le strofe erano ottonari in rima baciata, secondo il modello dei cantastorie e dei fogli volanti dell’Ottocento.

Fonte Wikipedia