Le cinquine alla festa regionale del PD

Le cinquine alla festa regionale del PD

In linea generale, sono coetanei. 40 anni la festa di Legri, come la media dell’età delle cinquine che ieri hanno partecipato all’improvvisato raduno.

Scevri da ogni appartenenza politica dei loro proprietari, gli storici veicoli hanno fatto il loro dovere, riuscendo come sempre ad incuriosire vecchi e bambini, i primi dispiaciuti di averle prima possedute e dopo vendute come ferri vecchi ed i secondi incuriositi da quelle microcar che un tempo in questa stagione portavano i loro nonni e genitori al Lido o a Torre del Lago.  Come sempre rassegna fotografica a celebrare noi stessi 

e le nostre forme “contenute”, a dimostrazione che la cinquina è per tutti. 

Riunione operativa e via ……. di corsa verso il ristorante, tanto per ….. non perdere il vizio ed il peso.

Siamo alla festa regionale del PD e non potevano mancare i paparazzi

Ma chi sono i destinatari di tanta attenzione? Le Lady Cinquine?

Certo che no, siamo ad una festa di partito e l’attenzione non poteva che essere rivolta ad una figura politica: il capolista IDV delle scorse amministrative di Signa, che in anomimo si era catapultato a Legri per dettare chissà quale strategia.

E mentre la politica faceva il suo corso, le cinquine davano il meglio di se all’arrivo della notte, quando aperti cofani e accese le luci, facevano mostra di tutto il loro cuore.

E’ o no lo Zibaldone? Certo, ed allora una breve considerazione sulla manifestazione. La scorsa estate in altro post, avevo deriso quello che il PD di Signa indicava sul suo sito internet come una vittoria, ovvero l’organizzazione unitamente a Fiesole, Lastra e Vaglia, dello Stand De Tappi alla festa provinciale  http://blog.libero.it/SIGNA/10639321.html  A Legri, devo dire che non mi ha stupito tanto l’ottima organizzazione degli stands, elemento noto a tutti, quanto la folta presenza di giovani che ancora prestanto il loro servizio di volontariato. Il fatto che le nuove leve non abbiano perso totalmente la fiducia nei partiti è a mio parere un fattore positivo su cui i nostri politici devono riflettere, ma in fretta! Il PD ha oltretutto delle regole scritte per il ricambio generazionale, basta attuarle senza eccezioni. Già, fra il serio e il faceto.